.:: Tam-Auto: la "Giusta Auto"... ::.

Giugno 2002. Tiziano Borsa e Carla Berra, forte equipaggio Piemontese, detentore di diversi titoli Nazionali Rallyes vince la seconda edizione del RALLY LIRENAS a bordo di una FORD ESCORT COSWORTH targata TAM-AUTO.
Sono passati quasi 20 anni dalle indiscusse vittorie di PORSCHE e LANCIA RALLY 037 sapientemente curate dall'azienda novarese eppure la TAM-AUTO, ancora oggi, è ai vertici del rallismo tricolore. Questa continuità di successi è frutto del sapiente lavoro condotto dal titolare PEPPINO ZONCA, imprenditore di Romentino e fondatore nel lontano 1972 della scuderia di Galliate che chiamò così in onore del socio turco NURIT PELIT KEMAR, uomo facoltoso e grande appassionato delle corse in auto. TAM-AUTO, in lingua turca, significa appunto "giusta auto". E ZONCA in oltre 20 anni di corse, di auto giuste per le mani ne ha avute parecchie!
Questa fortuna sicuramente la ha ereditata dal padre AMERIGO ZONCA, preparatore negli anni '30 e '40 dei bolidi da gran prix di ACHILLE VARZI e dell'indimenticabile JUAN MANUEL FANGIO, asso argentino del volante e vincitore di cinque titoli di campione del mondo. PEPPINO, invece, prima di entrare in società con KEMAR, ha lavorato presso l'officina del "mago" VIRGILIO CONRERO, un altro preparatore che di "giuste auto" se ne intendeva davvero. Agli inizi degli anni '80, dopo aver fatto esperienza nel campionato americano IMSA gestendo la PORSCHE 935 gr.5 di GIAMPIERO MORETTI, ZONCA inizia l'avventura nel mondo dei rallyes legando la propria società alle vetture prodotte a Stoccarda. Nel 1983, con vetture PORSCHE preparate nell'atelier di GALLIATE sono state fatte più di 83 gare ufficiali con "gentlemen drivers" come SANDRO CHIOSSI, MASSIMO PIGOLI, MASSIMO CERUTTI e il collaudatore MASSIMO "CICCA" CUCCIRELLI. Per tutti loro correre con vetture TAM-AUTO significava, prima di tutto, avere a disposizione un mezzo al TOP gestito da una organizzazione al TOP e la sicurezza di poter primeggiare nei combattuti rally nazionali.
Nel 1984 la TAM-AUTO partecipa a tutte le prove del Campionato Italiano Rally, non vincendolo ma ottenendo sempre piazzamenti di rilievo a dimostrazione della grande forza di tutto il team. È lo stesso ZONCA ad affermare - La mia organizzazione è in grado di approntare una vettura per un Gimkana da paese, così come per un rally locale che per una prova a livello internazionale -. Parole confermate dalla presenza di una PORSCHE 911 SC TAM-AUTO al 52 RALLY di MONTECARLO, giunta al traguardo al 35 posto assoluto con grande soddisfazione per l'equipaggio PIOVANI-BARUCCO nonostante le innumerevoli difficoltà incontrate sulle innevate prove speciali della gara Monegasca. Per ottenere questo e altri prestigiosi risultati il team novarese ha saputo anche avvalersi di consigli utili forniti da collaboratori esperti; uno su tutti l'ex Campione Italiano Rallyes TONINO TOGNANA sceso dalla FERRARI 308 GTB per salire su una più potente PORSCHE 930 TURBO.
Nel 1985 arriva la svolta decisiva. Le vetture di Stoccarda, sempre affidabili ma ormai poco performanti rispetto alle nuove vetture di gruppo B, vengono gradualmente sostituite dalle più agili e potenti LANCIA RALLY 037.
I programmi imbastiti con le vetture dello scorpione prevedono l'appoggio da parte del TOP-TEAM italiano JOLLY CLUB e da un pool nutrito di nuovi sponsors. Il pilota di punta è GIANFRANCO CUNICO, un ragazzo veloce anche se poco costante nei risultati. CUNICO inizia la stagione alla grande vincendo nel giro di due settimane in Spagna, nel RALLY di TENERIFE e in Italia, al RALLY del CIOCCO, ma successivamente colleziona una serie di ritiri che lo relegano ad una stagione avara di successi. La TAM-AUTO è presente comunque in quasi tutte le gare minori che si svolgono lungo la penisola e, in parecchie di queste, riesce anche ad ottenere il massimo successo. È il caso di FONTANA, primo al BORMIDA, di MUSTI, primo al COLLINE d'OLTREPÒ, di PIGOLI, primo a COMO, e di GRAZIANO ROSSI, papà del "grande" VALENTINO, primo al RALLY di MANTOVA.
Questi sono solo alcuni successi ottenuti nel 1985 e, nel biennio 1986-1987, il team novarese si ripete. CUNICO è vincitore, come l'anno prima, a TENERIFE e al CIOCCO e sarà primo anche a TORINO e a MONZA. Altri gentleman drivers con le 037 hanno saputo fare grandi cose: citiamo tra loro MANFRINATO, ZENERE, BELLO, DIONISIO, ZAVATTONI e i fratelli TROMBI, questi ultimi vincitori del TROFEO ITALIA CENTRO SUD. Al termine della stagione, come risaputo, le vetture di gruppo B terminano definitivamente la loro carriera e anche la TAM-AUTO si adegua preparando e gestendo comunque vetture al TOP. Il grande "imprenditore e maestro" PEPPINO ZONCA lascia l'incarico al figlio LUCA che, prima nelle vesti di pilota e successivamente in quella di manager, continua fino ai giorni nostri nella gestione del team. FORD SIERRA COSWORTH, BMW M3, LANCIA DELTA INTEGRALE e FORD ESCORT COSWORTH hanno saputo ancora dare spettacolo lungo le prove speciali a dimostrazione di un sempre costante impegno nelle corse e nella ricerca del successo.
I tempi, i regolamenti e il sistema di concepire le corse su strada sono cambiati ma l'esperienza, quella maturata sui campi di gara, rimane inalterata nel tempo e fa della TAM-AUTO, ancora oggi un team vincente. Un piccolo aneddoto va ancora citato. Il 4 dicembre del 1988 la LANCIA RALLY 037 ottiene la sua ultima vittoria in una gara ufficiale. Il rally è quello di MONZA, l'equipaggio BRAND-LECHLEITNER e la sua vettura una 037-TAM-AUTO. Il team novarese, pertanto può fregiarsi di un titolo importante: quello di aver portato sul gradino più alto del podio per l'ultima volta la gloriosa LANCIA 037 al termine di una carriera a dir poco strepitosa.


*** BACK ***

www.lanciarally037.com - All Rights Reserved